[…] Vive ancora in Villa Gaione, nel comune di Vigatto (Vicus Catuli dei Romani) qualche vecchio contadino che ricorda d’averlo udito suonare, il Mago, nel salottino rosso della Villa a pianterreno verso il giardino e le scuderie […]
“La Provincia di Parma”, Giornale politico quotidiano del 7 settembre 1895

Abbiamo trovato quel salotto, per ascoltare i Capricci come potrebbe averlo fatto il loro leggendario compositore.

Il Campionamento

broad way andrea cardinale violino virtuoso 24 capricci paganini violinista salotto rosso cd dvd
Il campionamento dell'ambiente a cura dell'Università di Milano

Per gli aspetti tecnici della registrazione è stata interpellata una personalità di assoluto prestigio, che assicurasse la totale correttezza dell’operazione dal punto di vista acustico, il professor Goffredo Haus dell’Università degli Studi di Milano. Haus dirige il LIM – Laboratorio di Informatica Musicale presso il Dipartimento di Informatica e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano – fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1985.

Gli è stato chiesto di produrre un campionamento dell’acustica della stanza, in modo da inserirlo come “ambiente reale” nelle registrazioni che non potevano essere tutte effettuate fisicamente nel Salotto Rosso, ma che venivano realizzate in uno studio di registrazione.

Il professore, sicuro degli esiti positivi e della veridicità dell’effetto finale, ha accettato di buon grado il coinvolgimento del suo Istituto e ha individuato il responsabile dell’operazione in Davide Andrea Mauro, dottorando della Scuola di dottorato in Informatica dell’Università degli Studi di Milano, con laurea magistrale in Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione e laurea triennale in Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale.

La sessione di campionamento del Salotto Rosso è avvenuta il 18 dicembre 2009. Nello stesso giorno, Andrea Cardinale ha registrato in quella stanza non solo alcuni capricci di Paganini, ma anche gli armonici doppi, che “il Mago” usava suonare proprio lì (vedi l’articolo del 7 settembre 1895 citato a pag. 20). L’evento è stato documentato con un video inserito nel DVD allegato al disco dei Capricci.

Il dottor Davide Andrea Mauro, del Dipartimento di Informatica e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano, così descrive l’operazione da lui effettuata:

L’utilizzo dei riverberi a convoluzione permette di conferire ad una registrazione per quanto possibile “neutra” il carattere, l’impronta acustica, di un ambiente diverso. A tale fine viene utilizzata la risposta all'impulso, parametro che qualifica come un ambiente si comporta in presenza di una sorgente sonora. Nel nostro caso l’ambiente preso in esame è il Salotto Rosso. L’insieme di echi e riverberi – che dipendono dalle dimensioni dell'ambiente, dal suo volume, dalla forma e dai materiali con cui è realizzato – viene catturato tramite una fase di misurazione nell'ambiente stesso e può poi essere applicato in fase di missaggio alle tracce registrate in studio.

broad way andrea cardinale violino virtuoso 24 capricci paganini violinista salotto rosso cd dvd
Dummie Head
La fase di misura prevede il posizionamento, nel luogo deputato, di altoparlanti e microfoni (alcuni anche molto particolari contenuti in dei manichini chiamati dummy-head, che mirano a simulare l’orecchio umano) in grado di registrare con grande accuratezza e dopo una opportuna calibrazione speciali suoni di test denominati sweep seno-logaritmici. Una volta ottenute queste misure, si passa a una fase di elaborazione, dove da tutta l’informazione registrata si ottiene quella utile a caratterizzare il riverbero dell’ambiente. L’output di questo processo può essere poi fornito ai tecnici in studio di registrazione per realizzare l’effetto desiderato.